mercoledì 3 maggio 2017

E poi

E poi succede che ieri, mentre stavi scrivendo Votantonio, le ragazze arrivino in studio da te, per un pranzo al volo prima delle loro lezioni di tennis e inglese.

E succede anche che Elisa si alzi improvvisamente dalla sedia e venga a sbirciare il monitor e dica come se nulla fosse "ah, stai scrivendo sul blog".
Davvero? fa eco l'altra. Cosa scrivi?
Poi sembrano quasi subito pentirsi di quello che hanno detto.... ammettono di sapere da tempo che hai un blog (bello il nome, scappa detto a una. Certo...  chi porta Walt Disney come argomento di tesina dell'esame di terza media puoi sperare che almeno apprezzi il nome), ma poi tergiversano.

Io non ho letto niente, dice quella che apprezza il nome: è come se fosse il tuo diario, non lo farei mai. Forse però dovresti mettere un codice di accesso.
Buon approccio... ma detto dalla regina delle stalker non so cosa pensare. Comunque non ho voglia di mettere codici: mi sembra inutile... tanto a quanto pare in questo periodo siamo le uniche lettrici, e va bene così.
Io non ho letto niente, dice quella che ha fatto coming out per prima... forse l'ho trovato mentre cercavo il blog di Elasti, di cui mi hai parlato. Tentativo meno brillante, da lei mi aspettavo qualcosa di meglio.

E poi a te scappa anche tanto da ridere, perché era da un bel pezzo che avevi il sospetto che lo sapessero e facessero finta di nulla, visto che parecchio tempo fa ti eri resa conto di un numero spropositato di accessi in un solo giorno dal tuo account... e non eri certo tu che ti andavi a rileggere tutti i post in un impeto di nostalgia.
Era il pomeriggio del 15 settembre 2015, per la precisione: le statistiche di Wordpress non mentono e si possono sempre recuperare.
Ti resta solo il dubbio su chi si sia presa la briga di leggere tanto....

Care ragazze, se state leggendo anche questo post sappiate che non sono per nulla arrabbiata.
Forse avete scoperto qualche mio pensiero che non immaginavate, ma forse la cosa non mi dispiace.
E comunque sì... parlo anche di voi, con i vostri nomi veri. E sì, Elisa, mi è capitato anche di scrivere qualcosa sulle tue vacanze studio... non ho capito come mai proprio questa domanda fra mille.
Magari tornerete sull'argomento. O torneremo.
Baciotti,
La mamma

3 commenti:

  1. Ecco, adesso mi sento io quella che spia ;-)

    RispondiElimina
  2. ...e comunque io ti leggo sempre 😎

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so. Probabilmente saranno loro che non leggeranno più

      Elimina