lunedì 21 novembre 2016

Autocritica

 Ho riflettuto tanto, forse troppo, e forse ho capito perché con te mi capita di avere reazioni tanto ingiustificate e ingiuste.
Perché tu sei tutto quello che io non riesco ad essere, pur desiderandolo.
Perché sei gioiosa e solare, affettuosa e leggera, indulgente e comprensiva. Perché nella vita insegui dichiaratamente e ostinatamente la felicità, e lo dici senza timori, avendo già capito che tutto il resto è relativo.
Perché non hai paura di dirmi che forse sei "diversa da come ti vorrei", ma che tu sei così e non sai come fare per cambiare; ma non sai che non devi cambiare, perché non sei sbagliata in nulla e perché- soprattutto- non devi cambiare per compiacere me.
Perché non capisco come tu possa essere al tempo stesso parte di me e così diversa da me, nel bene e nel male; e quello che non capisco e non controllo di solito mi fa un po' paura.
Perchè le tue priorità non sono necessariamente le mie, i tuoi interessi non sono necessariamente i miei, ma questo non vuol dire che non vadano bene e non abbiano un loro pregio, anzi.

Per tutto questo, Alice, mi dispiace. Mi dispiace davvero per tutte le volte in cui ti rimprovero troppo severamente senza  ragioni che possano davvero definirsi tali.
Tu mi stai solo mostrando quello che io vorrei essere capace di essere e di fare senza tutte le barriere che mi sono costruita intorno.
Mi stai solo mostrando, con forza, la parte di me che da qualche parte deve pur esserci.
Non smettere, per favore; la mamma è un po' tarda e ha bisogno di tempo.
Ci ho messo tredici anni per capire qualcosa; ora vediamo quanto tempo mi basterà per dimenticarmene e per dover cominciare tutto da capo.

5 commenti:

  1. Risposte
    1. Sarà.. ma non è che ne sia fiera

      Elimina
    2. Dire "mi dispiace" è difficile, potresti cominciare a essere fiera di aver capito.
      ...e ribadisco: hai scritto un post tenero

      Elimina
  2. Gli anni dell'adolescenza sono sempre anni difficile per i figli e anche per i genitori, e aggiungo soprattutto per le mamme. La mia ne ha 19 e ora va un po' meglio, ma certo essere genitori è davvero una impresa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vado in crisi... soprattutto con lei che è così diversa da me. E spesso, oltretutto, ha ragione lei. Buona serata Elena

      Elimina