giovedì 29 agosto 2013

Appunti d'estate, in ordine molto sparso

Di ritorno... Con poche motivazioni e molti pensieri, dopo un'estate intensa, poco riposante, per certi versi anche non facile, ma certamente non priva di momenti emozionanti e sorprendentemente piacevoli.
È stato un mese di incontri nuovi, in cui ho provato la gioia di essere accolta come mai avrei creduto da persone mai conosciute prima.
È stato un mese in cui ho rivisto inaspettatamente persone ormai sepolte nella mia memoria, con le quali ho scoperto di avere molte più cose da dire ora rispetto a venti anni fa.
Ho avuto modo di pensare molto al mio passato, al presente e ad un futuro che tuttora non intravedo, che forse solo io mi ostino a ritenere possibile anche se non so come.
Ho capito che forse sarò sempre più madre che compagna, con tutte le complicazioni e le limitazioni che questo comporterà.
Sono stata una mamma pensierosa, a tratti nervosa e poco paziente; mi sono sentita dire da Alice che le piacerebbe avere una mamma come le sue amiche M. ed E., che non grida mai ed e' sempre tranquilla anche se ha quattro bambini. 
Me ne vergogno sinceramente... Ma ormai è fatta, e la pazienza purtroppo non è una delle mie virtù più splendenti.
Non so come sarà questo nuovo anno, ma temo che richiederà tanta forza, amore ed equilibrio.