giovedì 1 dicembre 2011

Ancora la mia ragazza...

Ci siamo, ho esultato troppo presto.
La mia meditabonda primogenita, quella che pare serena ed equilibrata, ha partorito la sua prima richiesta su cui discutere.. il tragico cellulare.
Anni 11 da compiere prossimamente, prima media... quasi tutte le sue compagne possiedono l'agognato strumento.
Quando le ho detto che non sono d'accordo le è venuto il magone e io mi sono sentita un verme all'idea di averla fatta stare male anche solo un pochino.
Perché lei sa benissimo che non le serve a niente... ma sentirsi diversi a 11 anni è pesante come un macigno.
Perché alla gita di ieri quasi tutti lo avevano portato (!) e lo usavano per fare foto.. e lei aveva dimenticato la sua macchina fotografica.
Ho cercato di spiegarle perché non sono d'accordo e perché non le serve assolutamente, ma non so se ne sia convinta...
Come una madre codarda ho temporeggiato fino alla Cresima nella prossima primavera... e già temo che non avrò il coraggio di deluderla ancora.

4 commenti:

  1. Io mi domando sempre "ma perchè tutti ce l'hanno? ma dove sta andando questo mondo? ma perchè i neonati hanno già un profilo su facebook?"
    E' orribile sentirsi diversi ma secondo me, sulle questioni come questa, alla fine si capisce che è stato un importante insegnamento.

    RispondiElimina
  2. chi lo sa...? credo di sì, ma oggi mi sono proprio sentita male. Lei non chiede quasi mai, penso che le sia anche costato farlo, e ancora di più le sarà costato sentirsi dire di no. e anche a me è costato dirlo

    RispondiElimina
  3. come ti capisco.... vent'anni fa il cellulare non c'era. o perlomeno non lo avevano e non lo chiedevano i ragazzini dell'età di tua figlia.... ma c'erano gli scooter. e qualche anno dopo a me e mio marito è toccato cedere alle contestazioni di un ragazzino che già si sentiva "diverso" perché, sottoposto a trapianto di rene due anni prima, era alto solo un metro e quaranta ed era gonfio e affetto da irsutismo da alti dosaggi di cortisone..... insomma io ero andata sotto i ferri con lui per salvargli la vita e io ho dovuto consegnargli tra le mani un oggetto che avrebbe potuto essere causa di gravi danni alla sua salute......... dilemmi da genitori......

    RispondiElimina
  4. mi seppellisco dalla vergogna a paragonare il tuo dilemma al mio... Comunque ho riflettuto e ho deciso di cedere, e mi sono anche convinta che non sarà il dramma che mi figuravo (forse...)

    RispondiElimina