mercoledì 26 ottobre 2011

Massacri e dilemmi

E' il mio turno...
Mi concedo da sempre poco, per non dire pochissimo, tranne qualche eccesso di shopping compulsivo.
Ho, come tutti, una mia visione del mondo e dei rapporti umani... non è necessariamente la migliore e forse non è nemmeno vagamente esatta, ma è la mia ed è cresciuta con me.
Non so fingere, e quindi molto probabilmente non saprò mai regnare, ma di questo mi sono data pace da tempo.
Pretendo relativamente poco dagli altri (tranne da quelle due sfortunate bambine che si ritrovano cotanta madre senza averne la colpa), ma uccido me stessa di pretese.


...questo post rimane incompiuto... era in bozza prima di pranzo, ma ora non ritengo di finirlo.
Lo conservo, perchè deve servirmi per ricordare diverse cose.... soprattutto una: saper riconoscere chi mi sta accanto. grazie

6 commenti:

  1. Dovere, sempre dovere... (fa ridere, pensanto a come ti chiami;-)) e le tue figlie non sono sfortunate

    RispondiElimina
  2. tutto sommato, essere esigenti con se stessi non è proprio un difetto... :)

    RispondiElimina
  3. Sogno: noi siamo a posto, vero...? ;)))
    Lyric: si... ma c'è un limite a tutto, e io lo oltrepasso un po' troppo spesso

    RispondiElimina