martedì 19 luglio 2011

Le cose che vorrei capire

Sto leggendo un libro, precisamente questo:
NORA EPHRON "Non mi ricordo niente" - De Agostini.
A parte il fatto che neppure io mi ricordo niente, ho avuto una folgorazione leggendo questo paragrafo:
" sapevo fin da piccola che sarei andata a vivere a New York, presto o tardi, e che il periodo precedente sarebbe stato soltanto un intermezzo. Per molti anni New York era stata l'oggetto delle mie fantasie. (....)
E il tempo ha dimostrato che avevo ragione"
E qui mi sono detta: non sono l'unica al mondo che pensa di vivere in un intermezzo, che ha la vaga e inquietante sensazione che tutto quello che fino ad ora si è affollato nella mia mente come pura fantasia, passione o propensione possa invece avere una diversa ragione di essere.
Ho già detto in altre occasioni che sono sempre stata una persona molto razionale, ma mi capita sempre più spesso di far caso a coincidenze, sensazioni e "deja vu".
Sono negata per i puzzle, non riesco a mettere insieme neppure quelli per bambini con appena venti enormi pezzi...figuriamoci cosa posso concludere con il puzzle della mia vita, che mi sembra un parabrezza colpito da un sasso.
Ma pagherei una fortuna per poter capire.

lunedì 18 luglio 2011

Pensieri d'estate

Ecco, ci siamo...
A costo di sembrare una mamma mostruosa, lo devo dire: finalmente le ho regalate!!!!
Le ragazze sono al mare dai nonni, sublime invenzione soprattutto in estate.
Io da oggi sono ufficialmente in vacanza, nonostante mi restino ancora venti giorni buoni di lavoro.
E mi godo piccoli piaceri dimenticati e pensieri estivi; come mangiare sul divano guardando un film,farmi una doccia di durata spropositata, telefonare a qualunque amica a qualunque ora .... e coltivare piccoli nuovi pensieri.
So già che me ne pentirò, che fra qualche giorno mi mancheranno e mi sentirò snaturata ed ingrata per avere scritto questo post... ma per ora, come direbbe A. : "Che vita!"

lunedì 4 luglio 2011

Ci sarò....

ci sarò quando piangerai per le tue prime delusioni e non ti vergognerai a farti vedere
ci sarò quando metterai i tuoi primi tacchi alti, e sarai bellissima e molto più brava di me a camminare
ci sarò quando avrai dubbi incertezze e sarai tanto forte da riuscire ad esprimerli
ci sarò per lodarti quando ce la farai da sola e per incoraggiarti quando ne avrai bisogno
ci sarò per farti capire che volersi almeno un po' di bene è necessario, e non un'inutile frivolezza
ci sarò per cercare di spiegarti come mai succedono cose inspiegabili, fuori da ogni logica e da ogni normalità, ma dalle quali si può - forse - imparare che la vita fa doni preziosi
ci sarò per insegnarti che si fa molto presto a giudicare e molta fatica a capire
ci sarò per farti capire che nessuno può o deve costringerti ad essere diversa da come sei
ci sarò per stupirmi con te di ogni scoperta e ogni conquista
ci sarò quando scoprirai che anche chi sembra molto diverso da te in realtà non lo è così tanto e può avere comunque qualcosa da insegnarti
ci sarò quando ti accorgerai che solo con fatica e pazienza si può arrivare dove si vuole, e magari ti sembrerà ingiusto
ci sarò per dirti che è necessario rimanere con i piedi per terra, ma è indispensabile coltivare dei sogni
ci sarò per condividere tutte le tue gioie e i tuoi dispiaceri, se mi vorrai accanto
ci sarò comunque, anche quando giustamente non mi vorrai più in mezzo ai piedi... cercherò solo di spostarmi un po'

venerdì 1 luglio 2011

Pausa di riflessione...

Sono in stallo, la mente è in vacanza ma il corpo ovviamente no.
E questi sdoppiamenti mi danno un fastidio...!
Conseguenza,il blog langue come me.
Faccio programmi un po' assurdi ed improbabili, mi crogiolo in pensieri leggeri e stupidini, non ho nessuna voglia di affrontare il quotidiano.
Ma ho un'idea, nata durante il solito caffè, che proprio non riesce ad abbandonarmi: l'età delle perle... vero NHT?
Prima o poi ne farò qualcosa, ma devo ancora riflettere