martedì 7 giugno 2011

Passaggi

Accade per forza, ma quando questo momento arriva e ne diventi consapevole è comunque difficile da digerire.
Essere figlie e mamme al tempo stesso non è semplice; ma ancora meno semplice è sentirsi solo mamme, anche della persona di cui in realtà sei figlia.
Questo passaggio ha delle conseguenze inevitabili.
Eviti di raccontarle cose che potrebbero preoccuparla o anche solo darle pensieri meno che sereni.
Le telefoni troppe volte al giorno per sapere come sta, cosa che a te avrebbe reso isterica e che probabilmente rende isterica anche lei.
Le chiedi cose prive di reale importanza, tanto per vedere come ragisce e come risponde.
Arrivi anche a sgridarla quando fa cose del tutto contrarie al buon senso, che fino a non molto tempo fa non si sarebbe mai sognata di fare...
Poi ti ricordi che non è tua figlia, ma tua mamma.
E ti chiedi come e quando si sia arrivati a tutto questo.

6 commenti:

  1. Passerà e quando sarà passata si vendicherà chiedendoti se hai mangiato!

    RispondiElimina
  2. Credo anch'io sia un momento passeggero non un vero e proprio passaggio di testimone. E' che facciamo le mamme con i mariti, le sorelle, le amiche, con tutti quelli che pensiamo abbiano bisogno del nostro aiuto. E' la nostra natura. Vedrai che tornerà più in gamba di prima!

    RispondiElimina
  3. Sogno: ti riferisci a qualcosa-qualcuno o dici così per dire?;-))

    RispondiElimina
  4. Dico in generale, giuro! :) a me capita molto spesso di fare la mamma con tutti quelli cui voglio bene.

    RispondiElimina
  5. Avete sicuramente ragione, ma ora fra madri- figlie e figlie-figlie sono veramente colma....

    RispondiElimina